Contatti

Accesso

Latticini: cancro al seno e alla prostata?

 

Buongiorno, ti chiedo un consiglio su come aiutare un caro amico che comincia ad avere problemi alla prostata.

Premetto che si alimenta con cibi tradizionali ma sembra abbastanza aperto a nuove e alternative alimentazioni.

GRAZIE.

S.

 

Premetto, come al solito, che questo è un blog e – come risulta dal “disclaimer” in calce – non fornisce elementi di cura e terapia di alcun genere, ma solo il punto di osservazione alimentare usato dalla macrobiotica, anzi dai macrobiotici i quali spesso hanno anche opinioni differenziate sulle tematiche di cui si occupano.

La domanda mi offre lo spunto per riflettere che l’espressione “problemi di prostata” è così generica che – credo – neanche un esperto o grande medico specialistico si azzarderebbe ad una risposta qualsiasi, e soprattutto senza aver parlato e fatte le dovute analisi al cliente.

Umanamente e personalmente ho imparato anche a non fornire consigli d’iniziativa a chi non me li chieda. Il tuo amico te ho ha chiesto? Oppure è una tua idea, quella di  suggerire  “nuove e alternative alimentazioni“?

Se te lo ha chiesto benissimo, puoi senz’altro rispondergli che, a prescindere dal suo disturbo precipuo, lasciare l’alimentazione “tradizionale” come scrivi tu (alludendo – credo – a quanto si mangia ordinariamente in occidente e da noi in particolare), farebbe una scelta saggia ad abbracciare – come hai fatto tu – una modalità prevalente di cucina naturale e macrobiotica, bio e/0 vegana/vegetariana (invece di dare una eccessiva prevalenza a cappuccini e brioches, carni, affettati, formaggi, latticini, zucchero, caffè ed alimenti artificiali).

Dunque, per quanto concerne la prostata, non mi resta che offrire qualche cenno generale di come essa è vista sotto l’aspetto dell’alimentazione macrobiotica.

 

 

Venus-of-Urbino-Titian1-300x207

 

 

Macrobiotica.

  • La prostata fa parte del sistema riproduttivo e sessuale dell’uomo (ne è il centro). In quanto tale, il suo nemico principale è il latte, con i latticini, per il muco che tendono a produrre e la stasi energetica che determinano. Gelati commerciali, dolci zuccherati e con panna, seguono di conseguenza. Il mix esplosivo in questi casi è latte+freddo+dolce estremo (come zucchero).
zucchero... "gluten free"

zucchero… “gluten free”

Relazione tra latticini e cancro alla prostata? Guardate qua!

 

 

 

 

 

 

 

Malou Evers 2

 

Per una risposta che mi soddisfi completamente non posso non precisare altre due idee.

  1. Il cibo è molto, ma non è tutto. Anche lo stile di vita e la psiche possono contribuire a generare malattie e disturbi. Nella prostatite, per esempio, frustrazioni, ira e collera verso l’altro che cerca svalutare, possono avere rilievo (il che potrebbe confermare l’importanza del fegato come sede dell’ira… farsi un fegato tanto, si dice, vero?).

  2. Come scritto sopra, di fronte ad ogni malattia o disturbo, a parere della mia esperienza personale, la prima cosa da intraprendere è una revisione  seria della propria alimentazione per il gran ruolo che essa gioca nella prevenzione vera e nella creazione di benessere.

 

 

Hamburger, doppia scamorza, doppio bacon, doppia porchetta, patate al forno.

 

DISCLAIMER:

I CONTENUTI PRESENTATI IN QUESTO BLOG NON INTENDONO COMPLETARE NE’ SOSTITUIRE, IL PARERE DEL VOSTRO TERAPEUTA (MEDICO-PSICOLOGO-DIETOLOGO-MEDICINE ALTERNATIVE-ETC.) CURANTE DI FIDUCIA.

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com