Contatti

Accesso

In Italia ci saranno presto più di due cuochi per ogni operaio!

WrongWay

 

In Italia ci saranno più di due cuochi per ogni operaio; le aspirazioni dei giovani hanno provocato il crollo delle iscrizioni agli istituti professionali con indirizzo industriale, scese al minimo storico rispetto al boom delle scuole di enogastronomia.

È quanto emerge da una analisi della Coldiretti.

Analisi già vecchia… forse adesso ci sono già tre cuochi per un operaio.

Matrix Alimentare si sta espandendo!

Televisione, cinema, iniziative enogastronomiche e tutto ciò che serve per dimenticare il brutto periodo che stiamo i vivendo: almeno quei tanti che se lo possono permettere!

Chi sono gli sprovveduti che, prima imparano a mangiare male con quelle trasmissioni sulla cucina e poi, seguono quelle altre sulle diete e la salute, per mettersi a dieta di ciò che le prime  hanno proposto come piatti semplici, veloci, buoni, della tradizione e tutte le altre bufale (fattoidi) che ognuno oggi si beve? Le osservazioni sull’invasività e la “dipendenza da” di trasmissioni televisive nazionali e locali, che trattano di cucina e di temi spinosi delle diete (ora sbarcate anche sui cellulari), si moltiplicano, insieme ai tanti punti di “ristoro” sempre più “raffinati”. Si va dallo strapotere “dell’Università dell’ingrasso” alla “Scienza del dimagramento“. Bisogna chiedersi -per fortuna si comincia già a fare – “come si spiega il fatto che il pubblico dei programmi di cucina risulta essere, più o meno, lo stesso dei programmi sulle diete”?

 

06-drole-reponse_2971246-L

 

Ma, per carità, cari giovani che vorrete essere cuochi, non prendete esempio da quelli che oggi vengono magnificati nelle guide e nelle classifiche degli esperti gastronomici e dei critici sull’orlo di una crisi di fegato o di emorroidi. Guardatevi bene dall’esempio e dagli stili alimentari della televisione. Tutta gente appoggiata da Matrix Alimentare. La cucina per la salute, oggi, deve  constare di meno carne, meno insaccati, meno burro, meno formaggi, meno latticini, meno panna, meno uova, meno zucchero. La nuova cucina deve pensare anche alla salute e deve essere tutto un “levare” le cose terribili che ci fanno sempre più ammalare. Cari giovani, pensateci voi e non fatevi accalappiare da falsi e luccicanti richiami come quelli che adotta Slow Food quando – ohm i anno – apre i ristoranti ai giovani per la settimana del gusto, facendogli credere che sia solo il Dio Gusto il dio giusto. Non è così.

 

n9Oa1

 

Riflettete un poco, cari futuri giovani cuochi, partendo dal nord e scendendo fino al sud, sulla quantità considerevole di “pregevoli e genuini piatti tradizionali di carne e formaggi”, che si consumano quotidianamente, la cui eccessiva centralità , sulla nostra tavola, non è minimamente letta in forma critica da quasi nessuno.

 

solve et coagula

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com