Contatti

Accesso

Le allergie: tipiche pulizie di Primavera e vaccini.

 

 

Appuntamenti stagionali per chi soffre di allergie che si manifestano con starnuti, congiuntiviti, lacrimazione continua, naso e occhi afflitti. I “nemici”, secondo le regole dei medici e dei nutrizionisti, non sono dentro di noi… ma fuori e si chiamano pollini, graminacee, cipressi, olivi, nichel, etc. Molti parlano addirittura di ereditarietà nel sistema immunitario: che strano per le allergie!

Allergia è, etimologicamente, una reazione contro qualcosa di diverso contro cui il corpo compie un eccesso di lavoro per smaltirla, anziché sviluppare il lavoro ordinario di digestione e assimilazione (dal greco allos che significa diverso ed ergon che vuol dire lavoro). La risposta allergica è una risposta esagerata perché è esagerato il carico di cibi che il corpo mal sopporta e non sa più come eliminare con i normali canali di escrezione.

 

Il sistema scientifico di Matrix Alimentare avvisa che la migliore prevenzione si fa con i vaccini, quelli che si somministrano attraverso gocce e pasticche sublinguali da iniziare 3/4 mesi prima della fioritura, cioè della primavera. Queste indicazioni ed altre sono la vera prevenzione per questa gente e la gente, quasi tutti, eseguono. Chi legge questo blog è però consapevole che la migliore prevenzione si fa a tavola con l’alimentazione e che i veri nemici non stanno fuori di noi ma dentro: gola, ignoranza, pigrizia, abitudini, conformismo. Poi ci sono le terapie mediche per chi non si fosse vaccinato, con i farmaci sintomatici (che alleviano ma non risolvono niente). Così è facile che un medico ti consigli “gli spray nasali a base di derivati cortisonici, perché rappresentano un ottimo sistema antinfiammatorio” (sic!!!).

 

 

Alcuni medici più “arguti” si spingono fino a dire che essere allergici a certi pollini può indicare un’allergia verso gli alimenti corrispondenti.. Mah!

Ed invece la macrobiotica pensa che:

Negli ultimi 50/60 anni le abitudini alimentari si sono spostate tantissimo portando il loro baricentro su cibi grassi animali, come insaccati, carni, formaggi, latte, yogurt, gelati e zucchero. Nello stesso periodo le allergie si sono sviluppate in progressione esponenziale: più di 25 milioni di europei soffrono di allergie ed un bambino ogni sette soffre di asma. La situazione peggiora sempre di più ed i costi sociali, oltre che individuali, aumentano. L’allergia è dunque una piaga e non un disturbo di poca importanza.

Tutti sanno che, a differenza delle intolleranze alimentari che non hanno natura immunitaria, le allergie dipendono dal sistema immunitario e dunque per combatterle ci vuole un modello alimentare diverso, derivante da un cambiamento drastico anche sul piano del movimento fisico. Il sistema immunitario è un filtro del corpo e quando si sovraccarica di grassi soprattutto animali non è più efficiente, con la conseguenza che il sangue, per essere filtrato e ripulito, abbisogna di trovare altri canali non intasati. L’allergia è dunque un tentativo del nostro corpo di liberarsi da impurità. Come tutte le pulizie che si rispettino, anche questa avviene in primavera: il corpo e la natura non sono più fessi di coloro che a casa avviano le pulizie dopo l’inverno. Le pulizie attraverso allergie indicano che il corpo ed il sistema linfatico sono troppo intasati e devono alleggeristi, fondamentalmente con il cibo. Infatti il sistema dei liquidi linfatici è diverso da quello del sangue, il circolatorio, perché non ha – come invece ha quello – un cuore che “pompa” e pulisce continuamente. Nel sistema linfatico lo scorrimento dipende dal movimento che facciamo ed all’uso dei muscoli che si espandono e si contraggono. La linfa non può stagnare perché deve portare via gli scarti del sangue. Se si adotta il modello alimentare oggi vigente, cioè ricco di grassi e zucchero, che causa contrazione e addensamento del sangue e della linfa, e magari si è pure sedentari, si ottiene come risultato l’allergia.

 

 

La causa principale delle allergie – per la macrobiotica – è l’esagerato consumo di latticini e dolci, con lo zucchero onnipresente! La seconda causa è lo smodato consumo di carne, pollo, uova, caffè, solanacee, che creano troppa acidità nel sangue e conseguente demineralizzazione.

 

 

dettaglio

 

 

 

DISCLAIMER:
I CONTENUTI PRESENTATI IN QUESTO BLOG NON INTENDONO COMPLETARE NE’ SOSTITUIRE, IL PARERE DEL VOSTRO TERAPEUTA (MEDICO-PSICOLOGO-DIETOLOGO-MEDICINE ALTERNATIVE-ETC.) CURANTE DI FIDUCIA.

 

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com