Contatti

Accesso

Matrix Alimentare: finalmente una voce di ribellione si leva su food porn dieta disturbi alimentari mukbang bulimia

 

Food Porn!

IL PRIMO assaggio è quello con gli occhi”. Lo diceva già il gastronomo Apicio nel I secolo d.C. ma oggi più che mai la vista di cibi golosi sembra essere tanto importante – se non più importante – del loro effettivo sapore.

Ma avevo già scritto che non ci si può fermare al sapore.

La parola greca sofòs vuol dire saggio.  Il filosofo Nietzsche, che da giovane amò per prima cosa la filologia, nota che – etimologicamente e genealogicamente – quella parola greca appartiene alla famiglia di sapio = gustare, sapiens = il gustante,safès = percepibile al gusto; anche la parola sucus appartiene alla stessa famiglia. Voi tutti sapete che in Italia c’è pure l’espressione polare sapido/insipido, che ha a che fare con il medesimo etimo!

Se noi poniamo, in virtù di questo accostamento etimologico, “il sapere” e “il sapore”, riusciamo anche a coniugare insieme, e non solo metaforicamente, “la conoscenza” con “il piacere”, proprio come facevano gli antichi, presso i quali la saggezza era molto più diffusa tra le popolazioni.

 

 

Alain Ducasse, tre stelle Michelin presso l’Hotel Dorchester di Londra, ha recentemente dichiarato: “La cucina è una festa per gli occhi e ho capito che i nostri ospiti desiderano condividere queste emozioni attraverso i social media”.

 

Ma avevo già, anche,  scritto:

Il tanto decantato Apicio, Apicius in latino, è il capostipite di tutti questi cuochi, e tante scuole di cucina ne adottano il nome magnificandone le gesta primordiali di ricerca raffinata in campo culinario. Ma tutti dimenticano che Apicio è morto suicida, sprofondato nei problemi psichici che quell'eccesso tracotante di cibo gli aveva creato. Adesso c'è una gastronomia alta e una bassa, per tavole ricche da una parte  e per poveri, dall'altra.

Ma avete mai letto o sentito le recensioni di sogno su ristoranti e chef, presentateci da questi "esimi" critici gastronomici ? Con esse ci viene presentato un mondo dorato e fatato  costituito di posti e cibi quasi sempre da pornografia alimentare.  Un "mangiare" che se solo fosse imitato quotidianamente dalle famiglie italiane, in quel modo e con la stessa frequenza, le ridurrebbe alla tomba prima ancora che sul lastrico!

 

 

 

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com