Contatti

Accesso

Ricetta speciale macrobiotica 100%: Soba in brodo con Shiitake.

Soba e shitake in brodo

 

Rispondo volentieri a questa richiesta di C., inserita nel post su alimentazione, cuore e pressione.

 

Ricetta macrobiotica 100%: Soba in brodo con Shiitake.

 

ciao Andrea, ieri in una conferenza macrobiotica si parlava di cuore, cibi che fanno male e cibi che fanno bene. Tra questi é stato nominato soba e SHIITAKE: una zuppa con questo fungo straordinario e spaghetti di grano saraceno che hanno un potere calmante per il cuore, sapresti dirmi come si preparano se conosci questa pietanza che ci hanno anche fatto mangiare?

Grazie,  C.

Si tratta di un piatto completo, veloce, salutare e buonissimo! Tante volte ci ha risolto situazioni nelle quali avevamo poco tempo, ouppure ospiti improvvisi, o altro ancora, o addirittura il solo gusto di prepararcela.  Si possono usare sia gli udon che la soba. Quest’ultima si usa tanto in Giappone, anche saltata con verdure: si tratta di tagliolini di grano saraceno fatti con la sola farina di saraceno oppure con un mix di grano saraceno e frumento. La soba, come tutta la pasta giapponese contiene sale, che quindi diventa superfluo nell’acqua di cottura. Gli udon sono tagliatelle giapponesi di grano integrale. Personalmente preferisco la soba di solo saraceno, il cereale più potente e dimenticato (di cui ho già scritto).

I funghi Shiitake, secchi, sono quasi una panacea (come le prugne umeboshi), a mio parere, qualitativamente di altissimo livello. Ne dirò più ampiamente in uno dei prossimi post.

La soba in brodo viene servita dai giapponesi in stupende e grandi ciotole, una per ogni commensale, ma la mia – che vedete in foto – non è da meno. Viene mangiata con i bastoncini ed il brodo sorseggiato dalla ciotola rumorosamente (moltiplica il sapore percepito), cosa che in casa mia non mi viene consentito… eh eh (ma mi piace farlo tantissimo…).

La soba va cotta in acqua per circa 8/10 minuti (gli udon arrivano fino a 15 minuti – leggete bene sul pacco).

La ricetta che ho preparato è semplice, di base, quale che mi piace di più, ma si può arricchire, appena pronta in tavola, con tofu o tempeh fritto, in cubetti piccoli.

A parte preparate il brodo vegetale con 3/4 centimetri di alga kombu (lavata passandola un attimo sotto l’acqua corrente e poi ammollandola per qualche minuto in acqua da non gettar via ma da recuperare per il brodo).

In una ciotolina, avrete già messo un fungo per ogni commensale in ammollo, che poi avrete privato del piccolo gambo legnoso e tagliato in pezzettini. Dopo l’ammollo, compresa l’acqua ed il taglio, il tutto va aggiunto al brodo vegetale con la kombu.

Le verdurine da usare sono porro o cipolle a striscioline sottili, carote tagliate a fiammiferini: andranno aggiunte al brodo vegetale quando è pronto e fatte cuocere per 3/5 minuti, come preferite.

Spegnete quindi il fuoco e aggiungete la salsa di soia, mantenendo caldo. Personalmente non uso lo shoyu bensì il tamari. Circa la preferenza ve ne scriverò prossimamente.

Quando la soba è pronta la scolate (con attenzione per non farla rompere: è delicatissima come gli udon) e ne fate porzioni nelle ciotole, sulle quali – e qui sta la finezza – verserete con l’aiuto di un mestolo brodo e suoi contenuti sopra la soba stessa fino a riempire per tre quarti la scodella.

Per la guarnizione: cipollotti o erba cipollina, ravanelli grattugiati o semi tostati (anche in quantità più generose di quanto vedete nella mia foto).

La chicca finale, se volete fare un figurone e, nel contempo, aumentare le vostre difese contro i primi freddi autunnali  o quelli invernali, aggiungete ad ogni ciotola un cucchiaino di succo di zenzero (il ginger) fresco grattugiato: strepitoso.

 

Godetevela presto!

 

 

 

Soba e shitake in brodo

 

4 Comments

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com