Contatti

Accesso

“Una donna brutta non ha a disposizione nessun punto di vista superiore da cui poter raccontare la propria storia…”

 

Qualche anno fa, ascoltai lo psichiatra Eugenio Borgna, qui a Firenze, in occasione del ciclo “Leggere per non dimenticare”. Presentava il suo libro “La solitudine dell’anima”.

 

Alla fine dell’incontro, il pubblico ha avviato domande e dibattito. Qualcuno a chiesto a Borgna quale, tra i libri che aveva letto, potesse segnalarci, in consonanza con il tema trattato. La risposta è stata immediata e diretta. Senza esitazione. Accompagnata dalla espressione di un profondo senso di rispetto e stima per l’autrice che stava per indicarci.

 

Il libro è LA VITA ACCANTO di Mariapia Veladiano, edito da Einaudi e vincitore del Premio Calvino 2010. L’ho appena finito di leggere e ne sono rimasto profondamente emozionato. E’ come se la Veladiano mi avesse invitato a vivere nella casa di Rebecca sin dal momento della nascita e mi avesse obbligato a seguire tutte le sue trame interiori per le quali ella stessa non sempre riusciva a trovare le parole più espressive.

 

 

Questo è l’incipit del racconto.

“una donna brutta non ha a disposizione nessun punto di vista superiore da cui poter raccontare la propria storia. Non c’è prospettiva d’insieme. Non c’è oggettività. La si racconta dall’angolo in cui la vita ci ha strette, attraverso la fessura che la paura e la vergogna ci lasciano aperta giusto per respirare, giusto per non morire.

Una donna brutta non sa dire i propri desideri. Conosce solo quelli che può permettersi. Sinceramente non sa se un vestito rosso carminio…”

 

 

 

Le vicende della famiglia e del paese di Rebecca corrono dentro ad un intreccio perfetto ed avvincente, nel quale il dolore si mischia al mistero e alle bassezze di una provincia bigotta e pettegola.

Il talento di Rebecca sarà scoperto oltre la “bruttezza” e a dispetto dell’etimologia del suo nome, che deriva dall’ebraico e vuol dire “che avvince gli uomini con la bellezza”.

 

 

I ringraziamenti di fine libro da parte dell’autrice:

“Ringrazio il Premio Calvino. Ogni ano un bel mondo di persone, per amore della scrittura, generose del loro tempo, leggono e leggono in cerca di narrazioni che possano essere condivise con chi frequanta il mondo dei libri.

Da loro questo romanzo è stato riconosciuto”.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com