Contatti

Accesso

Una intervista allo chef Gordon Ramsey

 

 

 

 

Ancora con questa storia del “noi siamo quello che mangiamo”. Senza saperne assolutamente senso e significato  tutti si affannano a citare questa frase ad effetto: da improvvisati macrobiotici, a ignari biodinamici, a cuochi di ogni genere. Indubbiamente il cuoco è diventata la professione del futuro per eccellenza. L’ultima citazione del dotto detto di cui sopra è di Gordon Ramsey, il celeberrimo chef che ha, qui in Toscana presso Castel Monastero, una delle sue roccaforti. Con la sua “La Morale della Tavola”  l’ingegnoso ex calciatore, ci vuole “svelare” la sua ricetta delle ricette: quella per imparare a mangiare meglio! Udite udite: mangiare sano significa per me saper trovare nella dieta quotidiana un bilanciamento tra i vari tipi di alimenti, e anche scegliere gli ingredienti giusti con cui realizzare i nostri piatti. Vi rendete conto? Questo inglese ci vorrebbe convincere che se mangiamo bene staremo bene!  Secondo lui è una questione mentale: basta un poco di consapevolezza e chiunque può riuscire a fare di più.  E Gordon Ramsey si spinge ancora più in là, aggiungendo a questi luoghi comuni … a far di più, non solo ai fornelli.  Il cibo, secondo lui, può essere sano e nutriente anche senza dover rinunciare al gusto ed i vegetariani sarebbero – almeno secondo l’intervista che ha rilasciato a La Repubblica di oggi 23 giugno – responsabili di una scelta estrema: la rinuncia alla carne. Lui che predilige, come racconta nelle sue cooking lesson – sopra ogni altra cosa il “buono scamone di vitello arrosto”, non potrebbe mai escludere dalla sua dieta piatti di questo tipo perché ciò vorrebbe dire perdere non solo le delizie di una esperienza gastronomica unica, ma anche, dal punto di vista nutrizionale, quell’apporto di proteine  e vitamine che può dare la carne di manzo di pollo e di maiale.

 

 

Ma di quali proteine parla il signor Ramsey, magnifico chef? Quelle nobili della carne? Ma non si è chiesto perché, in epoca come la nostra, caratterizzata dall’EDAMUS BIBAMUS GAUDEAMUS, ha tanto successo e tutti vogliono imitare lui e le ricette dei cuochi del suo calibro?

 

 

Il trionfo dell’ultracibo aumenta di giorno in giorno, tutti vogliono legare il proprio successo ad un fattore culinario. Adesso anche il cinema che – dopo il “Benvenuti a tavola”  televisivo – ci svela altri due cuochi incredibili  nel film CHEF con Jean Reno.

 

 

Il grande attore fiorentino Paolo Poli ha detto:

Credevo che questo fosse il secolo del sesso, invece è il secolo della cucina.

Tutti a spadellare, a casa e in televisione. Che noia“.

 

 

 

 

Lascia un commento

*

code

Aggiungi immagine (JPEG only)


Notice: Undefined index: images in /web/htdocs/www.comecucinarelanostravita.it/home/wp-content/plugins/comment-image/plugin.php on line 173
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com